Photographer, Software & Utilities

Da appassionato di fotografia non potevo non inserire su questo blog un argomento molto utile e interessante contenente piccole dritte sui software e le utility che, secondo me, non possono mancare nel Mac (o PC) di un qualsiasi utente che si cimenta con questa arte, sfruttandone al meglio le innovazioni del digitale.

A mio avviso, le categorie “principali” nelle quali possiamo racchiudere tutti i software dei quali un Fotografo (notare la F maiuscola 🙂 ), avra’ sicuramente bisogno sono tre, la prima riguarda i software gestionali, entrati a far parte in maniera prorompente della nostra vita solamente da un paio di anni con Aperture di Apple e a seguire con LightRoom di Adobe. La seconda categoria e’ ovviamente quella di editing e fotoritocco, mentre in una terza si possono racchiudere tutti gli altri software catalogandoli come utility.

Indubbiamente questa non vuole essere una classifica, di software da acquistare oppure no, ma solamente una mia personalissima opinione derivante dalle mie esperienze maturate da qualche anno a questa parte.

gestione foto

Come dicevo prima, sono di recente introduzione i cosiddetti software gestionali di post-produzione all-in-one come Apple Aperture o Adobe Lightroom.

Come software di catalogazione, io penso che un fotografo-fotoamatore, non possa fare a meno di applicativi come questi, essendo entrambi ottimi per tenere ordinate le nostre foto e per effettuare la maggior parte di ottimizzazioni e modifiche anche interessanti alle foto come le regolazioni dell’esposizione, temperatura del colore, contrasto, intensita’, gamma, livelli e molto altro

Originale, clicca per ingrandire Modificata, clicca per ingrandire

Possono quindi competere a programmi di fotoritocco per la parte di regolazione. Se invece necessitiamo di modifiche piu’ pesanti, come cancellazioni di oggetti, applicazione di effetti e tutto quanto segue, allora siamo costretti a usare software improntati al fotoritocco.

Appena riesco, per ora e’ solo in bozza, apriro’ un topic con una bella recensione fra i due sopracitati software, sara’ una bella sfida, Aperture vs. LightRoom.

editing e fotoritocco

L’editing professionale di foto o immagini fa pensare subito al programma per eccellenza, ovvero Photoshop, ma non tutti si possono permettere di spendere ben 999 euro per un solo applicativo, per questo che arriva in soccorso dal mondo Open Source l’ottimo The Gimp, un software potentissimo, gratuito e performante che per un utilizzo Home ma per certi aspetti anche professionale, non vi fara’ rimpiangere il gioiello di Adobe.

The Gimp su Mac al momento richiede l’interfaccia grafica X11, non e’ nativo sotto Aqua pero’ e’ davvero molto performante e intuitivo nel suo utilizzo, provare per credere.

E’ compatibile al 100% con tiger e con leopard a patto di installare un apposito aggiornamento di X11.

e’ possibile scaricare The Gimp direttamente da qui:

per X11 potete scaricare l’ultima release disponibile direttamente da qui.

utitity

Double Take : interessantissimo software per la creazione di collage di piu’ immagini, come panoramiche di paesaggi piu’ o meno complessi. Il segreto sta comunque nel fare piu’ scatti in sequenza possibili, questa qui sotto e’ l’unione di 17 scatti

panorama

per questo utilissimo software ho speso i 12 euro (16,95$) migliori per un software, e’ veramente interessante, se volete e’ disponibile il download della versione di prova nel seguente sito, http://echoone.com/doubletake/

Nikon Capture NX : potentissimo software di correzione immagini di Nikon, permette di fare conversioni da RAW a jpg, e molte modifiche alle foto come per Aperture e LightRoom, molto potente e veloce. Qui sotto potete notare una correzione apportata ad una mia foto scattata a 18mm, la quale presentava una evidente barilottatura, corretta abbastanza bene e in 2 minuti.

Prezzo del software circa 160 euro.

Photo GPS Editor : ottimo software FREEWARE che vi consente di aggiungere le coordinate GPS tramite matadati alle vostre foto, utile se avete come me un cellulare con modulo GPS. In questo modo non potrete scordarvi dove scattate!

Flickr Uploadr : Una volte che scattate foto poi bisogna mostrarle al mondo no? Allora cosa c’e’ di meglio della community Flickr di Yahoo con milioni e milioni di fotografie di tutti i generi ? Scaricatevi questa piccola utility, che ricordo essere FREEWARE, grazie alla quale potrete facilmente inserire e ridimensionare automaticamente le foto, dotandole di titolo, tag e descrizione! Ormai giunta alla versione 3, potete scaricarla direttamente da qui.

Mac Security

 

“The combination of space, time, and strength that must be considered as the

basic elements of this theory of defense makes this a fairly complicated matter.

Consequently, it is not easy to find a fixed point of departure.”

— On War, Carl Von Clausewitz

 

Dopo questa stupenda citazione, che rispecchia al meglio il nocciolo di questo argomento, iniziamo con il trattare alcune utility, tutte Freeware, disponibili per i nostri Mac. Questa discussione non e’ un corso di Sicurezza e Crittografia ma solo un elenco di software utili alla sicurezza personale dei dati.

Di programmi per questo scopo ce ne sono a centinaia, ho voluto escludere quelli a pagamento, nonostante in molti casi siano i piu’ performanti e stabili, in quanto ne esistono molti altri gratuiti e validi allo stesso tempo che perseguono il medesimo scopo.

Hide Folder (5,9 Mb) arrivato alla versione 3.0, consente con un click di rendere invisibili delle cartelle e il loro relativo contenuto, questo permette di ottenere uno dei piu’ veloci e facili livelli di sicurezza, ma ha anche lo svantaggio che non e’ molto sicuro in quanto le cartelle e i files nascosti si ottengono tramite le normali funzioni del sistema operativo, il quale provvede a volte a nascondere file di sistema o di configurazione.

Encrypt This (66 Kb) ha appena raggiunto la final release 1.0 ed e’ un AppleScript Universal Binary che cifra tutti i file oggetto di Drag&Drop utilizzando AES a 128-bit e genera una immagine dmg. In fase di cifratura il pragramma richiede una password che dovra’ essere, ovviamente, reinserita per decifrare il file criptato.

NiftyTelnet 1.1 SSH (560 Kb) se volete usare sessioni sicure nelle shell del vostro terminale ( SSH ) questa utility fa al caso vostro e inoltre in questa nuova versione e’ stato aggiunto Scp (Secure Copy) e i meccanismi di autenticazione tramite RSA, ottimo algoritmo di cifratura a chiave pubblica!

Kryptor (604 Kb) questa piccola utility cifra e decifra dei file di testo usando il metodo di Vigenere, utile anche per semplici scambi di messaggi via email.

Krypt (1,9 Mb) questa interessante utility utilizza il metodo di cifratura a flusso RC4, e consente di cifrare potenzialmente qualsiasi tipo di dati come video, audio, immagini, testo, e directory comprese sotto-directory. Questo algoritmo e’ estremamente veloce e cifra a una velocita’ di circa 1MBps!!

RPG (310 Kb) e’ l’acronimo di Random Password Generator, quindi se vi serve una password, ma anche una stringa di una lunghezza voluta, RPG ve la genera in maniera casuale. Dimenticavo, il programma e’ Universal Binary

Addirittura dentro al nostro Mac, esistono due programmi che ci consentono di provvedere una sorta di sicurezza:

FileVault e’ un’utility che vi consente di criptare l’intera directory Home del vostro Mac, in modo che altri utenti o programmi non siano in grado di leggere i vostri file e dati. Si puo’ attivare in pochi minuti questo procedimento, una sola cosa e’ bene ricordare, per usare FileVault bisogna settare una mAster Password che NON deve essere dimenticata altrimenti non potrete piu’ accedere ai vostri dati e saranno cosi’ irrimediabilmente persi! Sul sito Apple e’ presente una piccola guida con altre informazioni aggiuntive, se la volete leggere cliccate qui.

Utility Disco, ebbene si anche questo prezioso programma nasconde interessantissime features non note a molti, infatti pochi sanno (pochi e’ da quantificare 😀 ) che e’ possibile creare un dmg contenente tutto quello che vogliamo e criptarlo in modo da renderlo sicuro! Il procedimento e’ molto semplice. Apriamo utility disco, clicchiamo su nuova immagine, e dal pannello settiamo oltre alle normali opzioni come nome, dimensione immagine e File System, anche Criptatura, dove e’ possibile scegliere fra AES a 128 bit che indica come raccomandato, e a AES a 256 bit segnalato come piu’ sicuro ma piu’ lento. Giusto infatti l’algoritmo simmetrico AES (Advanced Encryption Standard) e’ considerato uno Standard per la crittografia a chiave simmetrica e in particolare la versione con chiave a 256 bit e’ utilizzata nientemeno che dalla NSA ( la National Security Agency americana ).

Se vorrete approfondire con l’argomento Sicurezza, la bibbia di questo settore e’ senza dubbio il libro Cryptography and Network Security di William Stallings disponibile nella quarta edizione in lingua inglese che merita veramente, il costo e’ di circa 65 euro, se invece non siete poliglotti e preferite l’italiano potrete acquistare la Terza edizione a circa 40 euro, costo dovuto anche alla piu’ bassa qualita’ cartacea del libro, gli argomenti trattati sono pressoche’ gli stessi.