Fixed or not Fixed ? this is the question…

Dopo un lungo periodo di indecisione su colore e in particolare manubrio ecco finalmente il gioiellino prodotto da Cicli Frugeri.

L’indecisione sul colore era fra un grigio antracite ed un verde british, per cui la scelta non poteva che ricadere su di un bellissimo “fumo di Londra”, una spettacolare via di mezzo proprio fra il grigio antracite ed il verde!

Essendo un bici da “passeggio” alla fine ho scelto una sella comoda, non poteva non essere una Brooks modello Flyer.

Il manubrio, anche qui, indecisione fra dritto e corsa vintage, alla fine ha vinto un dritto… ma non troppo

Ultima ma non ultima, scatto fisso o meno, anche qui in barba alla moda, non ho scelto un fisso, e come aggiunta ho messo un comodissimo contropedale in modo da eliminare un gruppo freno dal manubrio a beneficio dell’estetica generale.

Ora basta con le parole e spazio alle foto!!!

Nikon D300S

Componenti

  • Telaio su misura in acciaio alleggerito, color fumo di Londra
  • Cerchi ambrosio
  • Pneumatici CST ULTRA SPEED
  • Freno anteriore TEKTRO
  • Freno posteriore contropedale
  • Manubrio acciaio lucidato
  • Sella Brooks FLYER
  • Serie sterzo su cuscinetti
  • Guarnitura URBAN ProWheel
  • Pedali in alluminio su cuscinetti
  • Mozzi pista

Nikon D300S

Nikon D300S

contropedale
contropedale

Nikon D300S

How to Recover Deleted Files

Chi cerca questa frase, purtroppo, ha avuto una perdita di dati inaspettata.

In linea di massima un file puo’ essere considerato recuperabile se non viene sovrascritto da altri dati anche se teoricamente potrebbe essere sovrascritto piu’ volte per poi riuscirlo a recuperare comunque ma meglio non rischiare per cui vi invito a seguire l’unica fondamentale regola:

IMPORTANTE
Non usare assolutamente il computer o l’hard disk in questione, il motivo e’ semplice, ovvero quando viene cancellato, volontariamente o involontariamente che sia, un file, questo in realta’ diventa solamente invisibile all’utente ma in realta’ non viene fisicamente cancellato.

Se volete maggiori informazioni di come viene memorizzato un file su Hard Disk potete consultare questa pagina su Wikipedia: Principi Fisici di Registrazione Magnetica.

Tornando a noi se andate a sbirciare in Utility Disco e cliccate su Opzioni Sicurezza noterete infatti che e’ possibile formattare gli HDD in 4 modalita’, la prima molto veloce che rende invisibili i file ma che in realita’ non li rimuove fisicamente, solamente i dati non saranno accessibili anche se fisicamente presenti, come ultima la piu’ sicura la quale sovrascrive ben 35 volte i files presenti sull’HD per rendere irrecuperabile i dati presenti.

Vi ho riportato questo esempio appunto per farvi capire che un file, potrebbe essere recuperato anche dopo molte sovrascrizioni in quanto le differenze di magnetizzazione possono essere recuperate anche dopo molte alterazioni.

Uno dei migliori software per Macintosh e’ Data Rescue II il quale permette grazie a varie tipologie di scansioni di ripristinare praticamente ogni file presente nel vostro HD anche dopo varie sovrascrizioni ( il consiglio di non usare l’HD da ripristinare e’ sempre valido ) parecchi utenti lo hanno utilizzato e ne sono rimasti soddisfatti come il sottoscritto.

Data Rescue II

versione demo dall’Apple store

Non e’ un software free ma costa 99,95$ che al cambio attuale sarebbero circa 65 euro, quindi non una spesa alta, ma del resto cosa sono un centinaio di euro al massimo in confronto a una permanente perdita come ad esempio la cartella contenente tutte le nostre foto, oppure la tesi di laurea quasi finita o chesso’ altri documenti importanti.

A mio avviso ne vale certamente la pena ma se non vorrete sborsare nulla c’e’ l’alternativa, fate dei backup frequenti dei vostri dati importanti su supporti ‘robusti’ come cd o dvd, mai fidarsi troppo di supporti flash come pennette USB o memorie varie dalle quali si possono perdere facilemte i dati.

Infine se proprio non doveste ottenere risultati e siete disperati esistono dei professionisti che si occupano di recupero dati, shield recupero dati ne e’ un esempio.

The first thing to do with a Mac

Il modo migliore per configurare e ottimizzare il nostro Mac e’ racchiuso in una piccola utility, a mio avviso, molto trascurata in particolar modo dai Mac User piu’ giovani i quali probabilmente non ne conoscono le potenzialita’ o la sua utilita’.

Terminale Il terminale

La prima cosa da fare appena si entra in possesso di un nuovo Mac, oppure quando si vuole sfruttare a pieno le potenzialita’ di questa applicazione, e’ un drag & drop del terminale nella Dock ( cmd + U per aprire la cartella Utility).

Esempio di Terminale

Il terminale e’ una delle migliori armi a disposizione del Mac User, con il terminale si puo’ eseguire qualsiasi operazione, programmare ( nano, vi ), controllare e configurare la rete ( ifconfig, netstat ), navigare e gestire cartelle e file ( cd, ls, rm ), si puo’ addirittura navigare in internet ( lynx ) e scaricare pagine web, file o interi siti ( wget ). Questi sono solo alcuni degli esempi e delle potenzialita’ del terminale del nostro Mac, un elenco online abbastanza completo lo potete trovare qui: All Commands Unix.

Un comando fondamanetale e’ il “man” che viene usato con la sintassi: “man nome_comando”, il quale mostra nel terminale aperto la descrizione completa e molto chiara di tale comando.

Se preferite la lettura classica vi posso consigliare un libro che ho letto e ne sono rimalto molto soddisfatto, il titolo e’ Learning Unix for Mac OS X Tiger [O’Reilly], e’ una guida di utilizzo del terminale con nozioni basilari e avanzate, basate sul sistema operativo Apple Tiger ma vi assicuro che va benissimo anche per le versioni precedenti e successive del sistema operativo come nel caso del novello Leopard, se volete acquistarlo, al costo di soli 15 euro lo potete fare direttamente nel sito italiano di Hoepli.it.

Learning Unix

Sempre sul sito O’Reilly ci sono una serie di libri molto interessanti dedicati a noi Mac User, li potete vedere qui.